La Madonna di Siponto diventa contemporanea

Alta 14 metri, pesante 7 tonnellate, costata 900 mila euro. Questa è l’opera di Edoardo Tresoldi che con un ricamo di rete elettrosaldata zincata fa riemergere l’antica chiesa romanica del XII secolo di Santa Maria del Siponto a Manfredonia.

manfredonia, madonna di Siponto

È l’ologramma dell’antica chiesa nella provincia di Foggia che muta il panorama pugliese come un fantasma che ritorna nei suoi luoghi d’origine. Nessun muro, solo una struttura trasparente che rende possibile l’incontro tra archeologia e arte contemporanea.

L’intera operazione del giovane artista Edoardo Tresoldi si intitola “Dove l’arte ricostruisce il tempo” e si colloca nel Parco archeologico di Siponto.

Spiega Tresoldi: «A Manfredonia il percorso è iniziato con una ricerca di documentazione storica con esperti, archeologi e addetti ai lavori del mondo dei beni culturali. Quando questo tema è entrato nel mio mondo ho cominciato a immaginare una sorta di ritorno di questo grande edificio come se fosse parte della memoria storica del luogo. Mi sono prefigurato di riuscire a disegnare nell’aria, mantenendo però le relazioni dirette con il territorio».

manfredonia, madonna di Siponto

Per proteggere i mosaici della basilica paleocristiana l’arte contemporanea si è fatta strumento dell’antico attraverso la leggerezza e la trasparenza delle opere di Tresoldi. Sembra infatti di varcare un mondo più sottile in cui l’antica basilica torna a parlare con quella che ancora resiste sul territorio.

Come noi, sono stati al Basilica più di 100mila visitatori che hanno riscoperto o approcciato per la prima volta il Parco Archeologico pugliese coprendo così i costi dell’intera operazione.

manfredonia, madonna di Siponto

In più, alla Basilica paleocristiana di Siponto è stato conferito l’importante Premio Francovich 2016. Grazie anche all’intervento di Tresoldi, Siponto ha stravinto aggiudicandosi il premio intitolato alla memoria del professor Riccardo Francovich, conferito al museo o parco archeologico italiano che rappresenta la migliore sintesi fra puntualità dei contenuti scientifici ed efficacia nella comunicazione degli stessi.

La cerimonia si svolgerà a Firenze in occasione della manifestazione tourismA 2017 e dell’incontro nazionale Archeologia Viva il prossimo 16 e 17 febbraio.

È questa la bellezza che stiamo cercando! Ancora i nostri complimenti!

Elena