La classifica delle 3 mostre da vedere durante l’estate 2017

D’estate fa troppo caldo per vedere delle mostre? Vi assicuriamo che l’aria condizionata esiste anche nei musei e che questa classifica è davvero imperdibile!

Senza dimenticare la  Biennale di Venezia che non entra in graduatoria, ma è assolutamente da vedere per gli amanti di arte contemporanea e i curiosi. Io sono entrambi.

Terzo posto: Picasso

Sulla-spiaggia-La-Baignade12-febbraio-1937.-Collezione-Peggy-Guggenheim-Venezia

Medaglia di bronzo per un maestro dell’arte di tutti i tempi che dovrebbe sempre essere in prima posizione: lui è Pablo Picasso e la mostra-dossier si trova alla Collezione Peggy Guggenhiem di Venezia. Dopo la Biennale restiamo insomma nella Serenissima che ogni due anni dà il meglio di sé, non solo per gli spritz.

La nuovissima direttrice della Collezione, Karole P.B. Vail, che, non ce ne voglia, assomiglia alla Peggy, presenta dal 26 agosto 2017 al 7 gennaio 2018 la mostra PICASSO. Sulla spiaggia, a cura di Luca Massimo Barbero. Tre dipinti, dieci disegni realizzati tra febbraio e dicembre del 1937 e una scultura, esposte insieme per la prima volta. Tutto si snoda attorno a una delle tele più amate da Peggy Guggenheim, il dipinto picassiano Sulla spiaggia (La Baignade), appartenente oggi al museo veneziano.

Secondo posto: Animal Film Stars a Torino

bestiale-museo-cinema-torino 

Bestiale! Bestiale è lo squalo di Spielberg che non cessa di incutere terrore e bestiale è anche Rin Tin Tin che non farebbe paura nemmeno a una mosca!

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino celebra gli animali sul grande schermo con una mostra nell’incomparabile scenario della Mole Antonelliana: dal 14 giugno 2017 all’8 gennaio 2018, signore e signori, c’è Animal su questi schermi!

Sono due le domande che la mostra si pone. La prima: cos’è una star animale? La seconda: esiste una “recitazione animale”? Bau!

La mostra è a cura di Davide Ferrario e Donata Pesenti Campagnoni, con la collaborazione di Tamara Sillo e Nicoletta Pacini.

Medaglia d’oro per…Goya e Reni a Pontedera

Francisco-Goya-Autoritratto-1782 

Il primo posto che non ti aspetti…è così? Parliamo di due artisti forse meno noti al grande pubblico in un luogo ancora meno noto. L’estate pontederiana, ho detto bene?, è all’insegna di tre dipinti straordinari, due autoritratti di Francisco Goya e Susanna e i vecchioni del bolognese Guido Reni.

Dal 15 giugno al 10 agosto 2017 il PALP – Palazzo Pretorio ospita infatti, con orario serale, l’esposizione Goya e Guido Reni. Tesori d’arte al Palp, a cura di Pierluigi Carofano.

Non me ne voglia Reni, ma è Goya che ha destato il mio interesse. Saranno infatti due autoritratti, il primo cronologicamente “più antico” datato 1771 e il secondo di recentissima scoperta ad essere protagonisti dell’esposizione.

Io in quegli occhi neri neri di Goya davvero mi ci perdo e non vedo l’ora di conoscerlo di persona in Toscana!

Vi piacciono le nostre proposte artistiche? Ne avete altre da suggerirci?

Elena