Dov’è la Bellezza? Dopo la festa…

Torniamo al blog. Al web. All’online.

Torniamo con un carico enorme di idee, persone, opinioni, scelte e Bellezza.

Ve l’avevamo detto, e l’abbiamo fatto. Siamo usciti dal web per metterci la faccia e farci conoscere da chi ci legge e chi forse adesso comincerà a seguirci…se siamo stati simpatici!

La Bellezza che tanto cerchiamo e che fa parte anche del nostro motto “Looking for Beauty” abbiamo deciso di scovarla con una serie di chiacchierate “Alla ricerca della Bellezza. Un viaggio in 5 incontri” che ripercorressero i cinque temi del nostro blog: Ars not found, Food, Life, Storie e Digital Cose.

Per chi non c’era e anche per tutti gli altri vi raccontiamo qui gli highlights (come in una partita di calcio) degli incontri che tra ottobre e novembre hanno riempito i nostri Giovedì di Bellezza. Noi di calcio non ci capiamo nulla, ma le persone che hanno deciso di unirsi a noi in questa ricerca sono dei veri bomber!

daniele-torcellini-marco-miccoli

Siamo partiti alla grande con due ospiti con i quali non potevamo sbagliare: Daniele Torcellini, Associazione Culturale Marte, e Marco Miccoli, Bonobolabo. Le scintille non sono mancate e ci sono piaciute. È stata l’arte, quella che spesso non entra nei libri canonici, la vera protagonista: mosaico e street art. Possiamo considerare il mosaico arte o solo artigianato? E la street art è arte? Cosa ci fa pensare che un’opera debba stare in un museo? Chi decide che è arte? Va bene, troppe domande. Forse alcune non le abbiamo ancora risolte, ma vi assicuriamo che il pubblico era più accapigliato di noi!

marco-luongo-igor-morini

Secondo round più goloso e in cucina. Al nostro fianco i protagonisti: Marco Luongo di Akamì e Igor Morini di San Biagio Vecchio. Due visioni diverse di intendere la cucina, ma due professionisti appassionati del loro mestiere. Perché dobbiamo dimenticarci la figura dello chef alla Gusteau di Ratatouille e pensare invece a una pratica in eterna evoluzione che deve lottare con le materie prime, i programmi televisivi, le recensioni sul web, il budget e le scelte da portare avanti con grande convinzione. Tutti spunti che sono stati sviluppati alla grande grazie anche al buon vino portato da Igor e alla focaccia con i ciccioli appena sfornata di Marco!

agata-manfredi-linea-rosa

Giro di boa con l’incontro per la sezione Life del nostro blog e la psicoterapeuta di Linea Rosa Agata Manfredi. Quando Antonio si è reso conto che Agata ci avrebbe psicoanalizzato come coppia era subentrata in lui un po’ di angoscia. Ma tutto è filato liscio grazie alla professionalità e dolcezza di Agata e a un pubblico che non si è tirato indietro nemmeno se messo alla prova con una riflessione finale. Un ringraziamento particolare anche a Alessandra Bagnara e Gabriella Mazzotti che con il loro impegno in Linea Rosa fanno davvero molto per le donne in difficoltà.

gianluca-costantini

Per la sezione Storie non potevamo non chiamare Gianluca Costantini per raccontarci la sua storia da graphic journalist edita anche nel suo nuovo libro “Fedele alla Linea”, pubblicato da BeccoGiallo. Con noi un’intera classe dei Liceo Classico Dante Alighieri di Ravenna. Dalla capacità di narrare gli avvenimenti del nostro passato prossimo attraverso il suo tratto grafico unico all’abilità di portare tutto sui social, croce e delizia dei nostri tempi. L’artista-attivista ci ha trasportato con lui nel lavoro di un giornalista alla ricerca costante della notizia più vera, e non solo quella che fa scalpore e cicaleggio.

gdd-ravenna

Siamo arrivati così all’ultimo incontro tutto al femminile o quasi. Infatti buona parte del pubblico è iscritto alle Girl Geek Dinners Ravenna e in loro rappresentanza a parlare con noi le fondatrici Valentina Crociani e Silvia Versari. Abbiamo discusso su cosa significa essere donne in un mondo, quello del web, popolato professionalmente da uomini e di come educare i cittadini all’utilizzo intelligente della rete e di tutti i suoi strumenti. Per questo abbiamo chiamato Giacomo Costantini, Assessore al Turismo e Smartcity del Comune di Ravenna, per comprendere come aiutare i Citizens a divenire SmartCitizens e quali sono i passi in avanti che la nostra città dovrà affrontare.

Ringraziamo ancora:

  • La Fraternità San Damiano che ci ha accolti all’interno del Convento dei Cappuccini di Ravenna;

  • Stefano Carattoni, il miglior addetto stampa di Ravenna, che ci ha sostenuto e aiutato nella distribuzione dei volantini. Nonché fotografo di fiducia;

  • Idearte Design per la realizzazione del materiale di comunicazione;

  • Radio Italia Vision per la promozione del nostro ciclo di incontri;

  • I fedelissimi. E loro sanno che stiamo parlando di loro. Perché non smettano mai di fare il tifo per noi (continuiamo con il riferimento calcistico!).

Grazie e alla prossima? Noi un pochino ci stiamo già pensando!

Elena e Antonio