Cantiere Dante. Si comincia dall’Inferno

Nessun limite di età, sesso, professione, nazionalità, lingua, preparazione, immaginazione, colore degli occhi e tono di voce. È questa la Chiamata Pubblica che Ravenna Teatro/Teatro delle Albe su commissione del Ravenna Festival ha rivolto a tutti i cittadini. E a discapito di qualsiasi previsione i ravennati hanno risposto, eccome.

Sono infatti oltre 400 i curiosi amanti della cultura che hanno deciso di mettersi a disposizione di questo progetto un po’ sognante, ma tanto voluto: il Cantiere Dante.

La Divina Commedia: 2017-2021 

cantiere-dante
Per estrarre l’intima natura teatrale del Sommo Poeta che ha scelto, volente o nolente, Ravenna come sua ultima tappa di una personale Commedia, la città dei mosaici si è messa all’opera con una Divina Commedia che si articolerà per tappe nelle programmazioni del Ravenna Festival: estate 2017 INFERNO, estate 2019 PURGATORIO, estate 2021 PARADISO.


Una vera sfida diretta dagli artisti del teatro Marco Martinelli e Ermanna Montanari che chiamano in aiuto chiunque abbia la volontà di mettersi in gioco e scoprire le proprie carte in nome della cultura più vera, quella delle piazze, della gente che chiacchiera e di uno stupefacente congegno teatrale.

Tutto in vista di quell’ormai spesso cantato Dante 2021 che celebrerà il VII centenario della morte di Dante Alighieri.

Si comincia dall’Inferno 

cantiere-dante-inferno
Attori, scenografi, costumisti, truccatori e organizzatori debutteranno il 25 maggio 2017 e proseguiranno fino al 2 luglio. Ritrovo alla Tomba di Dante, e dove se no? Da qui partirà il corteo che porterà nei luoghi cardine della città per quello che, più che uno spettacolo teatrale, si dimostrerà una messa in scena della città intera. Ma non possiamo rivelare troppo, così ci ha detto Marco Martinelli.

Il palcoscenico sarà la città stessa e i giullari si affiancheranno ai tanti figuranti. Come spiegano i due fondatori delle Albe: “La chiave prima con cui tradurremo in termini scenici il trasumanar dantesco è pensare l’opera in termini di sacra rappresentazione medievale”.

cantiere-dante-ravenna-teatro
Tutto questa macchina sarà sotto la direzione di Martinelli e Montanari, degli attori del Teatro delle Albe, di altri “maestri” come Edoardo Sanchi (scene), Paola Giorgi (costumi), Luigi Ceccarelli (musiche).

Ma soprattutto sotto la nostra responsabilità di cittadini, sì ci siamo anche Antonio ed io, che dovremo fare grande questo progetto!

Foto di Angelo Palmieri

Elena

  • Cristina Lanconelli

    ma è fighissimo!