5 motivi per vedere un film tratto da un libro

Un giorno, in un momento revival, si discuteva di film tratti da libri come Il Signore degli Anelli, Harry Potter e altri film tratti da fumetti cult come quelli Marvel. Ah sì, tra questi era sbucato fuori anche La ragazza del treno (di cui non ho letto il libro).

Dopo un paio d’ore ci siamo posti un quesito cruciale. Perché guardare film tratti dai libri, di cui quindi si conosce già il finale o la trama?

Grazie alla rete e alla discussione con alcuni amici ecco cinque risposte.

Non hai letto il libro

il-nome-della-rosa
Ci sta e non c’è nulla di cui vergognarsi. Diciamo che affronti la cosa con un occhio vergine, non corrotto dall’”inchiostro”. Può essere un buon incentivo a aprire successivamente il libro o a scoprire un nuovo autore.

Per dare un volto e vivere i tuoi eroi

il-signore-degli-anelli
Quando ci appassioniamo a una storia è inevitabile dare un volto ai personaggi. I film ci permettono di vedere e di rivivere in un altro formato quella storia e quei momenti. Certo poi c’è la fase di cazziata del regista, ma fa parte del gioco.

Può essere una rivisitazione o adattamento

Perché narratologicamente il “finale” non importa, importano i mezzi attraverso cui vi si giunge e anche perché lo spettatore ha voglia di VEDERE la storia secondo il punto di vista artistico del regista. (Grazie Adna Rousse).

Perché la trama non è importante

on-the-road
Non è la ” trama “che fa grande la letteratura e l’arte in generale ma “come” la trama (che ovviamente ha la sua importanza) viene rappresentata . Dai la storia dell’Amleto in mano a Moccia e la renderà una schifezza immane, stessa cosa nel cinema. (Grazie Domenico Santangelo)

Per fare i fighi

Tutti quanti in realtà vogliamo fare i critici cinematografici. Dunque non vediamo l’ora di andare al cinema per poi alla fine corrucciare lo sguardo e dire “Bah, però il libro…”

Avete altri motivi reali o semiseri? Scrivetelo nei commenti!

Antonio