4 app per scoprire l’arte più 1 da evitare

L’arte è digital, l’arte è social.

L’arte deve essere digital, l’arte deve essere social.

Ma soprattutto bisogna creare un “sistema cultura” che utilizzi il digital per semplificare e non per complicare ulteriormente l’esperienza degli utenti.

Ecco una breve lista di app per il mondo dell’arte e della cultura più qualche avviso per non rimanere delusi.

Magnus

Magnus-app
App di un team tedesco, sarà, a quanto pare, l’equivalente di Shazam per il mondo dell’arte. Basta inquadrare l’opera e l’app fornisce tutte le informazioni utili, compresa la storia dell’autore. Tra l’altro sono disponibili anche le quotazioni e i prezzi grazie a un progetto crowd-sourcing.

Apptripper

AppTripper
Percorsi turistici alternativi, il più delle volte economici e in linea con il tuo stato d’animo. No non è un gioco, basta selezionare uno tra gli stati disponibili e l’app creerà un percorso adatto ai sentimenti che di quel momento. Da provare

Artribune

Per rimanere sempre aggiornati su mostre e gallerie. La geolocalizzazione permette di individuare e avere maggiori indicazioni su cosa c’è di artisticamente valido nei paraggi. Grafica un po’ datata.

Google Arts & Culture

google-arts-and-culture
Un app bella, ma davvero bella. Permette di fare viaggi virtuali nei musei e accedere a contenuti esclusivi per quanto riguarda opere e mostre. È ancora in versione beta quindi ha alcuni bug e bisogna implementarlo con diversi contenuti ma le potenzialità sono enormi.

iMibact

Brutta, buggata nell’anima e non aggiornata. Provatela e poi ditemi.

Ci sono altre app che mi sono sfuggite? Scrivetelo nei commenti!

Antonio