2017: le mostre da non perdere

Facciamo il punto sulle esposizioni d’arte che saranno protagoniste in Italia durante il 2017 e diciamo ad Antonio di mettersi l’anima in pace e rassegnarsi a tutto ciò che vorrò vedere. Dalle grandi città alle provincie italiane ecco quello che secondo noi sarà imperdibile nel mondo dell’arte durante il nuovo anno, e che quindi non ci perderemo!

orlando-furioso

Cosa vedeva Ludovico Ariosto quando chiudeva gli occhi? A Palazzo dei Diamanti di Ferrara è in scena Orlando Furioso 500 anni fino al 29 gennaio 2017. La domanda ci incuriosisce e il tempo stringe. La mostra è stata prorogata per l’affluenza inaspettata, o forse no, aggiudicandosi le tante chiacchiere del mondo dell’arte. È proprio nella Ferrara di Ariosto che si celebrano i 500 anni dalla prima pubblicazione dell’Orlando Furioso e a rendergli omaggio troveremo i capolavori dei più grandi artisti del periodo.

lego

Spostiamoci a Roma e rendiamo felice anche chi dovrà portare la valigia. A Roma fino al 29 gennaio 2017, all’Auditorium espositivo Parco della Musica, ci sarà infatti The Art of the Brick e il fenomeno LEGO. L’arte diventa gioco e i mattoncini di LEGO i pennelli.

È il fotografo del momento e oggi lo troviamo a Napoli al Palazzo Arti con la mostra Steve McCurry senza confini fino al 12 febbraio 2017. Molte delle sue fotografie sono per noi delle vere e proprie icone, conosciute in tutto il mondo, a partire dalla ragazza afghana pubblicata dal National Geographic.

keith-haring

Milano è MUDEC e Jean-Michel Basquiat fino al 20 febbraio 2017. Protagonista essenziale nella storia dell’arte americana con circa 140 lavori realizzati tra il 1980 e il 1987, la mostra attraversa la breve ma intensa carriera di Basquiat, che si è conclusa con la morte prematura all’età di soli ventisette anni.

Restiamo a Milano ma questa volta a Palazzo Reale con Keith Haring. About Art dal 20 febbraio 2017 al 18 giugno 2017. La storia si ripete e si avvicina con un artista statunitense morto prematuramente per AIDS. I suoi omini sono ormai il simbolo della sua lotta e troppo spesso si trovano sulle magliette vendute a poco prezzo.

Tenete d’occhio Torino che avrà la GAM e il Castello di Rivoli in fermento. I pennelli geniali di Klee, Kandinsky, Munch, Fontana e Hirst sbocceranno in primavera, dal 14 marzo al 23 luglio, un po’ al Castello di Rivoli e un po’ alla GAM per una mostra fortemente voluta dalla direttrice Carolyn Christov-Bakargiev dal titolo L’emozione dei colori nell’arte. I due musei si spartiranno oltre 200 opere provenienti da musei come il Reina Sofia di Madrid o il Centre Pompidou di Parigi. Non dobbiamo distrarci.

amadeo-modigliani

Un classico dell’arte italiana e europea del Novecento si affaccia sul mare della Liguria e in particolare a Genova, al Palazzo Ducale, con Modigliani, dal 16 marzo 2017 al 16 luglio 2017. Una mostra che si annuncia un po’ didattica, ma che comunque ci offre uno sguardo unico sui quei lunghi colli capaci di far innamorare.

E poi il 2017 è lei, la Biennale di Venezia, numero 57, dal 13 maggio al 26 novembre 2017. Dove l’arte si fa e si distrugge. Dove i piedi bollono dal tanto camminare e le ombre della laguna vengono a galla.

Ci sarà da divertirsi…da dove si inizia?

Elena

  • Roberto

    Io voto per McCarry, ho avuto la fortuna di vedere una sua mostra a Forlì ed è stata molto bella e ispirante.